Newsletter

INGV 2Il monitoraggio sismico italiano è basata su tre reti nazionali:logo servizio sismico
- la Rete Sismometrica nazionale, costituita da circa trecento stazioni sul territorio italiano, gestita dal Centro Nazionale Terremoti (CNT) dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), che effettua la sorveglianza sismica (7/24) per la determinazione dell'epicentro e della magnitudo dei terremoti anche di bassa magnitudo in tempo quasi-reale,
- la Rete Accelerometrica Nazionale (RAN), che effettua il monitoraggio permanente delle accelerazioni indotte al suolo dai terremoti forti (strong motion),
- l'Osservatorio Sismico delle Strutture (OSS), per il monitoraggio permanente delle accelerazioni di edifici pubblici e ponti. Tutte e tre le reti hanno, innanzitutto, lo scopo primario per la Protezione Civile di fornire informazioni sull'entità delle scosse e sui loro possibili effetti nell'immediato post-evento. Gli stessi dati diventano poi riferimenti fondamentali per studi ed approfondimenti scientifici in campo sismologico e ingegneristico. Queste reti costituiscono, per numerosità e qualità degli strumenti di misura, eccellenze in campo internazionale. La prima rete è gestita dal Centro MonitoraggioNazionale Terremoti dell'ING la seconda e la terza rete sono gestite direttamente dal Dipartimento della Protezione Civile - Ufficio Rischio Sismico e Vulcanico.

         

Copyright © 2014. All Rights Reserved.